Visita Pastorale 20 giugno. S.Messe: ore 9.00 S.Stefano - ore 11.00 Oggiona - ore 16.00 Premezzo - ore 18.00 Cavaria

Nella COPS è:

CERCA NEL SITO



COLLEGAMENTI RAPIDI



EVENTI



LITURGIA

Settimana della IV domenica dopo Pentecoste

Il Signore regna su tutte le nazioni.

20 Giugno, domenica
IV DOMENICA DOPO PENTECOSTE

Messa
propria della XII domenica del tempo per annum. Gloria, Credo. [4]
(alla Messa vigiliare:
Vangelo della Risurrezione: Lc 24,9-12)
Gen 18,17-21;19,1.12-13.15.23-29
Sal 32(33): Il Signore regna su tutte le nazioni.
1Cor 6,9-12
Mt 22,1-14

Ufficio
della domenica.


Colore paramenti liturgici: Rosso

Lezionario ambrosiano festivo: Anno B

Lezionario ambrosiano feriale: Anno I

Liturgia delle Ore: Volume IV

Diurna Laus IV settimana del Salterio

XII settimana del "Tempo per Annum"


Beato il popolo scelto come sua eredità.

Abramo andò di buon mattino al luogo dove si era fermato alla presenza del Signore; contemplò dall’alto Sòdoma e Gomorra e tutta la distesa della valle e vide che un fumo saliva dalla terra, come il fumo di una fornace. Così, quando distrusse le città della valle, Dio si ricordò di Abramo e fece sfuggire Lot alla catastrofe, mentre distruggeva le città nelle quali Lot aveva abitato.  (Gen 19,27-29)

 

Abramo può vedere la distruzione compiuta dal Signore. Proprio il fatto che egli sia spettatore di quell’azione significa che l’opera del Signore non ha come fine la distruzione, bensì la vita. Il Signore distrugge Sodoma in quanto egli vuole sradicare il peccato che caratterizzava quella città, perché desiderava che la promessa di vita e discendenza fatta ad Abramo si realizzasse pienamente, senza che vi fosse alcun legame con il peccato. Infatti, Lot, nipote di Abramo, anche se si è ormai separato da lui, sfugge alla catastrofe.
Il Signore si mostra tenace nel desiderare una vita pienamente buona per le sue creature, a tal punto da distruggere tutto ciò che vi si oppone. Ciascuno, ogni giorno, può lasciarsi coinvolgere da quel desiderio, anche quando si tratta di rinunciare senza indulgenza al male.

 

Preghiamo

Il Signore annulla i disegni delle nazioni,
rende vani i progetti dei popoli.
Ma il disegno del Signore sussiste per sempre,
i progetti del suo cuore per tutte le generazioni.

dal Salmo 32 (33)

Tempo dopo Pentecoste
Il tempo successivo alla Pentecoste celebra la presenza dello Spirito che rende operante nella storia la salvezza realizzatasi nella persona di Cristo e la ripresenta nella Chiesa attraverso i divini misteri.
Inizia il lunedì che segue la solennità di Pentecoste e termina all’ora nona del sabato antecedente la I domenica di Avvento,

Fin dalla tarda antichità, il Tempo di Pentecoste trova nella Chiesa Milanese due momenti marcanti nella festa del Martirio di san Giovanni il Precursore e nella Domenica della Dedicazione. Con riferimento a tali celebrazioni, esso si articola quindi in tre sezioni:
  • le settimane dopo Pentecoste, dal lunedì che segue la solennità di Pentecoste all’ora nona del sabato che precede la I domenica dopo la festa del Martirio di S. Giovanni il Precursore (29 agosto). Qualora il 29 agosto cada di domenica, la festa del Martirio di S. Giovanni il Precursore è posticipata al 1° settembre.

 

leggi tutto



ANNO ORATORIANO

ANNO ORATORIANO 2020-2021

L'Oratorio 2020-2021 è: A OCCHI APERTI

 

Chiameremo ancora una volta i ragazzi a fare dell'oratorio la loro "seconda casa". Ci saranno delle regole da rispettare e queste indicazioni ci chiederanno di impostare le nostre attività ancora una volta in modo "inedito", ma non smetteremo di proporre percorsi in cui i più giovani possano incontrare il Risorto, frequentare la sua Parola e soprattutto la vita sacramentale, quella che ci "apre gli occhi" e ci permette di dare un senso e una prospettiva al nostro camminare. A OCCHI APERTI i ragazzi potranno chiedere il dono della sapienza per affrontare i loro giorni con uno spirito nuovo, sapendo di far parte e di essere accompagnati, ascoltati, sostenuti dalla comunità dei discepoli del Signore.

 

leggi tutto

 

Dal sito F.O.M.