clicca per ingrandire
clicca per ingrandire


N° 7 - Ottobre Novembre2017

GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO

Download
Mosè e la giustizia.mp3
File audio MP3 11.2 MB

CALENDARIO INCONTRI 2017 - 2018

OTTOBRE:

10 FORMAZIONE - 18 GDA

NOVEMBRE:

7 FORMAZIONE - 22 GDA

GENNAIO:

4 FORMAZIONE - 10 GDA - 30 FORMAZIONE

FEBBRAIO:

7 GDA

MARZO :

13 FORMAZIONE - 21 GDA

APRILE:

10 FORMAZIONE - 18 GDA

MAGGIO:

7 FORMAZIONE - 16 GDA



II SETTIMANA DI AVVENTO

Abbi pietà di noi, Signore, per il tuo grande amore.

24 Novembre, venerdì
Venerdì della II settimana di avvento
Nelle Diocesi di Bergamo, Novara e Lugano: Santi Andrea Dung-Lac, sacerdote e compagni, martiri (memoria)
Nell'Arcidiocesi di Milano: Santi Andrea Dung-Lac, sacerdote e compagni, martiri (memoria facoltativa)
Nell'Arcidiocesi di Milano: Beata Maria Anna Sala, vergine (memoria facoltativa)*

Messa propria della feria o di una delle memorie facoltative (AMA). [2]
Ez 7,1-14
Sal 105(106): Abbi pietà di noi, Signore, per il tuo grande amore.
Ml 2,4-9
Mt 12,38-42

Ufficio
della feria o di una delle memorie facoltative (ALAO).

* si raccomanda vivamente la celebrazione di questa memoria facoltativa

Colore paramenti liturgici: Morello

Lezionario ambrosiano festivo: Anno B
Lezionario ambrosiano feriale:
Anno II
Liturgia delle Ore: Volume I

(II settimana del salterio)



«Maestro, da te vogliamo vedere un segno. Ed egli rispose loro: Una generazione malvagia e adultera pretende un segno! Ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona il profeta». (Mt 12,38-39)

Nella Bibbia troviamo tanti grandi personaggi che hanno chiesto a Dio che convalidasse con un segno quanto percepivano come sua volontà nel timore di confondere quanto richiesto. Eppure chiedere un segno tutto sommato non è poi così sbagliato in quanto siamo uomini e donne così fragili che facciamo fatica a capire e conoscere la verità che viene dal Signore! Solo con il ragionamento non possiamo comprendere la Sua volontà, abbiamo bisogno anche di vedere. Avere fiducia e credere in Dio sta nella capacità di consegnarsi a Lui con un gesto gratuito e fiducioso, perché il segno che ci viene dato è proprio il suo figlio Gesù. Non rimaniamo insensibili alla sua Parola, non chiediamo segni strepitosi per essere una generazione malvagia, non chiudiamoci nelle nostre presunzioni ma lasciamoci convincere dai molti miracoli che ogni giorno vediamo, non attraverso la cronaca televisiva ma attraverso i piccoli gesti di carità e di fraternità.

Preghiamo

I miei giorni sono come ombra che declina,
come l’erba tagliata inaridisco.
Ma tu, Signore, rimani in eterno,
il tuo ricordo per ogni generazione.
(dal Sal 101)

[da LA PAROLA OGNI GIORNO – “ALLA SCUOLA DEL FIGLIO” , Avvento e Natale 2017, Centro Ambrosiano]

Il tempo di Avvento nel rito Ambrosiano


(Citazioni dal sito della Diocesi e dal Messale ambrosiano quotidiano.)

Nell’Avvento il popolo cristiano si dispone a rivivere la “pienezza dei tempi” alla luce dell’attesa escatologica che orienta il cammino dei credenti nella storia e li guida verso il loro definitivo riscatto nel trionfo glorioso del Signore.

Esso, nel rito ambrosiano, è di durata analoga alla Quaresima (sei settimane); prende avvio la domenica successiva alla festa di S. Martino, vescovo (11 novembre), ragione per la quale nella tradizione ambrosiana prende anche il nome di “Quaresima di S. Martino” e termina prima della grande celebrazione vespertina vigilare di Natale.

 

leggi tutto



ANNO ORATORIANO 2017-2018

VEDRAI CHE BELLO

Il logo e lo slogan saranno gli emblemi che segneranno il cammino dell'anno oratoriano 2017-2018. Sono diversi i materiali che metteremo a disposizione da settembre con il marchio della proposta.

 

Mettersi in punta di piedi per guardare più lontano, appendersi con le braccia per salire ancora un poco più su e scoprire che c’è qualcosa al di là. C’è una bellezza che si vede solo se hai avuto il coraggio di andare oltre. Immaginiamo che dietro a questa bambina, che vediamo di spalle e potrebbe avere il volto di qualcuno che conosciamo, ci sia una persona più grande che, con lo sguardo di chi educa, le dica: «dai, su… coraggio… fidati… VEDRAI CHE BELLO!».

 

leggi tutto