click per ingrandire
click per ingrandire

GRUPPI DI ASCOLTO

LIBERI PER SERVIRE


Download
I gruppi di ascolto, con l'Arcivescovo d
File audio MP3 60.7 MB



Domenica 21 ottobre
Gv 10, 22-30
Ricorreva la festa della Dedicazione ed era inverno.

Lettura del Vangelo secondo Giovanni.

 

In quel tempo. Ricorreva a Gerusalemme la festa della Dedicazione. Era inverno. Gesù camminava nel tempio, nel portico di Salomone. Allora i Giudei gli si fecero attorno e gli dicevano: «Fino a quando ci terrai nell’incertezza? Se tu sei il Cristo, dillo a noi apertamente». Gesù rispose loro: «Ve l’ho detto, e non credete; le opere che io compio nel nome del Padre mio, queste danno testimonianza di me. Ma voi non credete perché non fate parte delle mie pecore. Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono. Io do loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano. Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti e nessuno può strapparle dalla mano del Padre. Io e il Padre siamo una cosa sola».

Parola del Signore.


La parola del Parroco

 

Corresponsabili

all’interno della Chiesa

 

· Una sete

Ottobre è il mese dedicato alle MISSIONI. Non so se tutti ne conoscono il significato, forse la si ritiene un’iniziativa tra le tante altre che la Chiesa propone. Eppure, io sono convito che ciò che riguarda questo mese è la cosa più importante della nostra fede:

leggi tutto

NOVITA'

vuoi ricevere il foglietto

"In settimana"

direttamente nella tua mail?

scrivici a :

insettimana@ilquadrifogliocops.com

oppure scannerizza il codice QR

N° 7 - Ottobre Novembre 2018

ITINERARI IN PREPARAZIONE

AL MATRIMONIO 2018

Decanato di Gallarate



SETTIMANA DELLA VII DOMENICA DOPO IL MARTIRIO DI SAN GIOVANNI IL PRECURSORE

Popoli tutti, date gloria al Signore!

20 Ottobre, sabato
Sabato prima della Dedicazione

Messa
della feria o della Beata Vergine Maria o ad libitum. [1]
Letture proprie del sabato prima della Dedicazione:
Es 40,16-38
Sal 95(96): Popoli tutti, date gloria al Signore!
Eb 8,3-6
Gv 2,13-22

Ufficio
del sabato.
Vespri I
della solennità del Signore seguente.

Alla Messa vigiliare
Vangelo della Risurrezione: Gv 20,24-29

Colore paramenti liturgici: Rosso

Lezionario ambrosiano festivo: Anno B

Lezionario ambrosiano feriale: Anno II
Liturgia delle Ore: Volume V -
IV settimana

XXVIII settimana del "tempo per annum"



Cristo, ministro del santuario e della vera tenda.

(Eb 8,1-2)

L’odierna giornata liturgica è tutta protesa alla celebrazione della dedicazione del Duomo e le letture ci guidano a riflettere sul significato del tempio e dell’unico sommo sacerdoto che è Cristo. Mosè ha ricevuto da Dio l’ordine di erigere la Dimora, dove collocare l’arca della Testimonianza, e le modalità di come svolgere le celebrazioni liturgiche e dirigere il culto.
Poi è venuto sulla terra Gesù, la vera tenda della presenza di Dio tra noi, e sommo sacerdote assiso alla destra del Padre dopo la sua risurrezione. Gesù stesso si presenta ai farisei come il vero tempio che sarà distrutto ma dopo tre giorni verrà ricostruito, confondendo i suoi interlocutori e anticipando il senso della sua passione.

 

Preghiamo col Salmo

Tutti gli dei dei popoli sono un nulla,
il Signore invece ha fatto i cieli.
Maestà e onore sono davanti a lui,
forza e splendore nel suo santuario

Il tempo dopo Pentecoste nel rito Ambrosiano
(Citazioni dal sito della Diocesi e dal Messale ambrosiano quotidiano.)

Il tempo successivo alla Pentecoste celebra la presenza dello Spirito che rende operante nella storia la salvezza realizzatasi nella persona di Cristo e la ripresenta nella Chiesa attraverso i divini misteri.
Inizia il lunedì che segue la solennità di Pentecoste e termina all’ora nona del sabato antecedente la I domenica di Avvento,

Fin dalla tarda antichità, il Tempo di Pentecoste trova nella Chiesa Milanese due momenti marcanti nella festa del Martirio di san Giovanni il Precursore e nella Domenica della Dedicazione. Con riferimento a tali celebrazioni, esso si articola quindi in tre sezioni:

 

leggi tutto



ANNO ORATORIANO 2018-2019

VIA COSÌ

lo slogan dell'anno oratoriano 2018-2019

 

In oratorio rifiutiamo la logica del "si è sempre fatto così" e riscopriamo che lo slancio in avanti è la VIA da percorrere e che il nostro "COSÌ" è sempre qualcosa di nuovo. Crescerà lungo il cammino il nostro vigore, perché chiunque in oratorio si senta sostenuto e accompagnato dentro un "popolo" che è in cammino verso la Meta.

 

leggi tutto