Nella COPS è:





Settimana della I domenica dopo l'Epifania

Gioisca il cuore di chi cerca il Signore.

17 Gennaio, venerdì
Sant’Antonio, abate (memoria)

Messa
propria. [2]
Sir 44,1.19a.22-23
Sal 104(105): Gioisca il cuore di chi cerca il Signore.
Mc 2,13-14.23-28

Ufficio
della memoria
Vespri I
della festa seguente

  • Giornata nazionale per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo religioso ebraico-cristiano;

 

Colore paramenti liturgici: Verde

Lezionario ambrosiano festivo: Anno A

Lezionario ambrosiano feriale: Anno II

Liturgia delle Ore: Volume IV

I settimana del Tempo per Annum

(I settimana del Salterio)



Il Signore ha creato ogni cosa con sapienza e amore

Abramo fu grande padre di una moltitudine di nazioni. Anche a Isacco fu fatta la stessa promessa grazie ad Abramo, suo padre. (Sir 44,19a.22)

 

Il libro del Siracide presenta l’intera storia del popolo d’Israele – data dall’intreccio delle generazioni – e la riconosce come storia della salvezza. Il valore dei patriarchi non è limitato al tempo che hanno vissuto, rimane per sempre.
Innanzitutto è ricordato Abramo, l’uomo caratterizzato da una fede tanto ampia che il beneficio da lui portato non si limita solo a Israele, ma tocca anche ad altri popoli. La sua fede dà inizio a una storia nuova, consente a ogni essere umano di basare la propria esistenza nella certezza della promessa del Signore, sapendo di essere in alleanza con lui. Per questo la promessa non si limita ad Abramo, l’alleanza si concretizza e continua con il figlio Isacco.
La possibilità di riconoscere che la storia è storia della salvezza, sorretta dalla alleanza che Dio ha stretto con il genere umano consente a ciascuno, ancora oggi, di rispondere con fede, scegliendo di mantenere viva l’alleanza a partire dalle proprie scelte quotidiane.

 

Preghiamo

Si è sempre ricordato della sua alleanza,
parola data per mille generazioni,
dell’alleanza stabilita con Abramo
e del suo giuramento a Isacco.
L’ha stabilita per Giacobbe come decreto,
per Israele come alleanza eterna.

Dal Salmo 104 (105)

IL Tempo dopo l'Epifania

Il tempo dopo l’Epifania nel rito Ambrosiano


Il Tempo che segue la celebrazione dell’Epifania, si pone come eco della solennità.
Le domeniche, a partire dalla II dopo l’Epifania, attraverso la presentazione dei segni compiuti da Cristo, ne vengono manifestando la messianicità e la divina signoria.

Esso inizia il lunedì che segue la domenica dopo il 6 gennaio, cioè la I domenica dopo l'Epifania, detta del Battesimo del Signore, e si protrae fino all’ora nona compresa del sabato che precede la domenica all’inizio della Quaresima.

Colore liturgico

Il colore liturgico è il verde.

Struttura del Tempo dopo l’Epifania

In ragione della mobilità della Pasqua, il tempo dopo l’Epifania consta al massimo di 8 domeniche e 9 settimane (la prima domenica dopo l'Epifania fa infatti ancora parte del tempo di Natale).

 

leggi tutto



ANNO ORATORIANO 2019-2020

Il logo ORA CORRI per l'anno oratoriano 2019-2020

L'immagine della scarpa richiama la corsa che siamo chiamati a compiere sia nell'ambiente dell'oratorio sia e soprattutto nella vita. Ognuno si lasci coinvolgere da questo slancio che si farà progetto e direzione per una meta più grande di noi. Qui la spiegazione del logo.

 

leggi tutto

 

Dal sito F.O.M.