N° 5 - Giu / Lug 2017

MESSE FESTIVE - Agosto

 

Vigiliare

17.45 Cavaria

17.45 Premezzo Alto

18.00 S. Stefano

18.30 Oggiona

 

Domenica

07.30 Oggiona

08.30 Premezzo Basso

09.00 S. Stefano

10.00 Oggiona

10.15 Cavaria

11.00 Premezzo Alto

18.00 Cavaria

MESSE FERIALI - Agosto

Lunedi

09.00 Cavaria

20.30 Premezzo Basso

 

Martedi

09.00 Cavaria

09.00 Oggiona-Asilo

20.30 Premezzo Alto

 

Mercoledi

09.00 S. Stefano

16.45 Premezzo Alto

 

Giovedi

09.00 Oggiona-Asilo

16.45 Cavaria

 

Venerdi

09.00 S. Stefano

20.30 Oggiona - S. Vittore



GLI APPUNTAMENTI DELLA CORALE


I TURNI DELLE 18 A CAVARIA


GLI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA


LA PAROLA DEL DON

GLI ORARI DELLE SANTE MESSE


GLI ORARI DEGLI UFFICI PARROCCHIALI


LA PROGRAMMAZIONE DELLE MESSE


LA LITURGIA DELLE ORE

COMUNICAZIONI VARIE

PER LE CONFESSIONI

Un sacerdote è presente 45 minuti prima della celebrazione della Messa del Sabato sera.

 

L’ORATORIO ESTIVO termina il 14 luglio.

 

PELLEGRINAGGIO nel SALENTO

Lunedi 17 luglio, a OGGIONA, alle ore 21 incontro dei partecipanti e saldo quota.

 

SACERDOTI

Per tutto il mese di luglio e agosto - sarà presente don Clément del Camerun per l’aiuto nella celebrazione delle SS. Messe.

 

CORSO IN PREPARAZIONE AL MATRIMONIO

Le coppie di fidanzati che intendono sposarsi in Chiesa nel corso del nuovo anno 2018 sono invitate ad iscriversi incontrando personalmente don Claudio su appuntamento telefonando ai numeri

0331.217551

338.4705331

Le iscrizioni si chiuderanno alla fine del mese di agosto.



SETTIMANA DELLA VII DOMENICA DOPO PENTECOSTE

Rendete grazie al Signore, il suo amore è per sempre.

26 Luglio, mercoledì
Santi Gioacchino ed Anna, genitori della Beata Vergine Maria (memoria)

Messa
propria. [2]
Gdc 2,18-3,6
Sal 105(106): Rendete grazie al Signore, il suo amore è per sempre.
Lc 9,51-56

Ufficio
della memoria.
Vespri
della feria del mercoledì o Vespri I della memoria facoltativa seguente.


Colore paramenti liturgici: Rosso

Lezionario ambrosiano festivo: Anno A
Lezionario ambrosiano feriale: Anno I
Liturgia delle Ore: Volume IV – XVI settimana del tempo “per annum” (IV settimana del salterio)



Quando videro ciò i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: “Vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?”. Gesù si voltò e li rimproverò. (Lc 9,54-55)

 

Giorno di importante decisione per Gesù: è tempo di incamminarsi verso Gerusalemme. Da poco, sul monte, con Mosè ed Elia ha parlato del suo esodo che lì si sarebbe compiuto (Lc 9,28-36) e quella conversazione, sintesi del suo dialogo costante con le Scritture, fa luce sulla meta e gli dà forza per “decidere nel suo cuore il santo viaggio” (Sal 83,6).

Non così Giacomo e Giovanni, pure testimoni della Trasfigurazione: essi non si sono messi bene nelle orecchie la parola di Gesù “Il Figlio dell’Uomo sta per essere consegnato” e i loro occhi, di conseguenza, sono incapaci di riconoscere i tempi di Dio. Vorrebbero annientare i samaritani che negano l’ospitalità a Gesù perchè è diretto a Gerusalemme, quando loro stessi si ostinano nel rifiuto di ospitare nel loro cuore la necessità della croce… Ma Gesù, voltandosi, cioè mostrando il suo volto fermo nella decisione del dono incondizionato di sè fino alla fine, li rimprovera: senza parole (il testo non ce ne riferisce), come a chiedere che ora questo volto divenga la luce nella quale camminare verso Gerusalemme.

 

Preghiamo col Salmo

 

Egli vide la loro angustia,

quando udì il loro grido.

Si ricordò della sua alleanza con loro

e si mosse a compassione, per il suo grande amore.

Il tempo dopo Pentecoste nel rito Ambrosiano
(Citazioni dal sito della Diocesi e dal Messale ambrosiano quotidiano.)

Il tempo successivo alla Pentecoste celebra la presenza dello Spirito che rende operante nella storia la salvezza realizzatasi nella persona di Cristo e la ripresenta nella Chiesa attraverso i divini misteri.
Inizia il lunedì che segue la solennità di Pentecoste e termina all’ora nona del sabato antecedente la I domenica di Avvento,

Fin dalla tarda antichità, il Tempo di Pentecoste trova nella Chiesa Milanese due momenti marcanti nella festa del Martirio di san Giovanni il Precursore e nella Domenica della Dedicazione. Con riferimento a tali celebrazioni, esso si articola quindi in tre sezioni:

 

leggi tutto